Gea-draconia.net

Pubblicità

Greenpeace a Trump: Planet Earth First

Posted by on May 24, 2017 in Ambiente, Animali, Attualità, Clima, Energie, Featured, Mondo vegetale, Risorse naturali, Terra | 0 comments

Greenpeace a Trump: Planet Earth First. ROMA, 24.05.17 – Alla vigilia dell’incontro tra Papa Francesco e Donald Trump, Greenpeace ha proiettato sulla cupola della Basilica di San Pietro il messaggio “Planet Earth First!” (Prima il pianeta Terra!”) in risposta al motto di Trump “America First!”. Il presidente degli Stati Uniti ha recentemente abolito numerose misure per la protezione del clima, desiderando favorire le aziende petrolifere e del carbone. Gli Usa sono il secondo emettitore di gas serra al mondo, superati solo negli ultimi anni dalla Cina. “I cambiamenti climatici sono la minaccia che più tocca la nostra generazione, per questo i veri leader mondiali si stanno impegnando per salvaguardare il nostro futuro. Trump non può sfuggire a questa responsabilità rinnegando l’impegno degli Stati Uniti preso a Parigi” spiega Jennifer Morgan, direttore esecutivo di Greenpeace International. “Prima dell’incontro con il...

Read More

Serve più ambizione per salvare il clima

Posted by on Apr 10, 2017 in Ambiente, Attualità, Clima, Energie, Featured, Risorse naturali | 0 comments

Serve più ambizione per salvare il clima. ROMA, 10.04.17 – All’apertura dell’ultimo giorno di lavori del G7 energia, attivisti di Greenpeace sono entrati in azione a Roma consegnando ai ministri delle sette grandi potenze mondiali un gigantesco termometro, simbolo della temperatura del Pianeta che continua a salire. Ricevuti dal ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, Presidente di turno del G7 energia, gli attivisti dell’organizzazione hanno ricordato quanto sia importante rispettare gli impegni presi alla Conferenza sul Clima di Parigi, chiedendo inoltre di isolare le posizioni negazioniste e anti-scientifiche della nuova amministrazione Trump, rappresentata al G7 Energia dal segretario del dipartimento energia Rick Perry. «Il ministro Calenda ci ha confermato che c’è la volontà di rispettare gli impegni presi alla COP21 e che l’Italia farà la sua parte, ma questo non basta», dichiara Luca Iacoboni, responsabile della campagna clima e...

Read More

Greenpeace in azione per Europa unita, solidale e rinnovabile

Posted by on Mar 23, 2017 in Ambiente, Animali, Attualità, Clima, Energie, Featured, Mondo vegetale, Risorse naturali, Terra | 0 comments

Greenpeace in azione per Europa unita, solidale e rinnovabile. ROMA, 23.03.17 – Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, attivisti di Greenpeace sono entrati in azione questa mattina aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni riuniti nella Capitale. «Vogliamo un’Europa che metta al centro le persone e i non grandi interessi economici, che privilegi i diritti e non i confini, che accolga e non costruisca muri, che punti con più convinzione sull’energia pulita e abbandoni i combustibili fossili», dichiara Luca Iacoboni, responsabile della campagna Clima e Energia di Greenpeace Italia. «In poche parole, non vogliamo che il sogno europeo finisca alla deriva, ma riteniamo necessari degli urgenti cambiamenti, per un’Europa...

Read More

Dakota Access Pipeline, banche coinvolte nel progetto ritirino i finanziamenti

Posted by on Feb 16, 2017 in Ambiente, Animali, Attualità, Clima, Energie, Featured, Mondo vegetale, Terra | 0 comments

Dakota Access Pipeline (DAPL), banche coinvolte nel progetto ritirino i finanziamenti. AMSTERDAM (PAESI BASSI), 16.02.17 – Attivisti di Greenpeace sono entrati in azione questa mattina ad Amsterdam davanti alla sede della banca ING, per chiedere all’istituto di ritirare il suo finanziamento al Dakota Access Pipeline (DAPL), un progetto di oleodotto che attraversa un’area sacra per i nativi indiani Sioux, mettendo a rischio le riserve idriche di una vasta zona del Nord degli Stati Uniti. Venti attivisti hanno installato un tubo di grande portata, lungo venti metri, fin dentro all’ingresso della sede principale del gruppo ING per rappresentare chiaramente l’impatto dell’opera che si vorrebbe realizzare. Il DAPL, bloccato dall’amministrazione Obama anche per l’elevato rischio di contaminazione delle acque potabili, ha ricevuto il definitivo via libera dall’amministrazione Trump nei giorni scorsi. L’oleodotto, lungo 1900 chilometri, è progettato per portare petrolio dal...

Read More

Bridges Not Walls

Posted by on Jan 21, 2017 in Ambiente, Animali, Attualità, Clima, Energie, Featured, Mondo vegetale | 0 comments

Bridges Not Walls. ROMA, 20.01.17 – Dalla Nuova Zelanda agli Stati Uniti, dal Sudafrica all’Italia, in oltre venti località di tutto il Pianeta attivisti di Greenpeace hanno manifestato in queste ore all’insegna di un chiaro messaggio di speranza e pace, “Ponti non muri”, unendosi alle migliaia di persone che stanno dando vita al movimento globale Bridges not Walls. Greenpeace si impegna a lottare per un mondo in cui la giustizia sociale ed economica, la salvaguardia dell’ambiente e la tolleranza verso tutti prevalgano sugli interessi di quelle élite interessate a diffondere sentimenti negativi come l’islamofobia, la xenofobia, il razzismo, l’omofobia e il sessismo. Chi governa le nostre società, così come i grandi gruppi economici e finanziari, che detengono oggi un potere enorme, ha la responsabilità di garantire pace, equità, progresso e difesa del Pianeta, per chi lo abita oggi e...

Read More

Greenpeace chiede a banca HSBC di non finanziare la distruzione delle foreste indonesiane

Posted by on Jan 17, 2017 in Ambiente, Animali, Attualità, Clima, Energie, Featured, Mondo vegetale, Risorse naturali | 0 comments

Greenpeace chiede a banca HSBC di non finanziare la distruzione delle foreste indonesiane. JAKARTA (INDONESIA), 17.01.17 – HSBC, la più grande banca europea, presta centinaia di milioni di dollari a sei tra le più distruttive società indonesiane del settore dell’olio di palma. Secondo quanto scoperto da Greenpeace nel report “Dirty bankers”, negli ultimi cinque anni HSBC ha infatti partecipato a consorzi bancari che hanno prestato circa 16,3 miliardi di dollari, cui vanno aggiunti 2 miliardi di dollari in obbligazioni, a sei società indonesiane – Bumitama, Goodhope, IOI, Noble, POSCO Daewoo e Gruppo Salim/Indofood – che producono olio di palma distruggendo vaste aree di foresta pluviale indonesiana, habitat degli oranghi. Queste società sarebbero inoltre responsabili di espropriazione delle terre ai danni delle popolazioni locali, di violazione dei diritti dei lavoratori e dello sfruttamento del lavoro minorile. Non solo. La distruzione...

Read More
Pubblicità
Pubblicità