Gea-draconia.net

Pubblicità

Stop alla Vivisezione Ora

Stop alla Vivisezione Ora

Stop alla Vivisezione Ora! Il 31 Ottobre 2012 è stata inoltrata al Parlamento europeo una petizione che chiedeva la totale ed immediata Abolizione della Vivisezione. L’iter della petizione è durato quasi tre anni, al termine dei quali il Parlamento non ha concesso alla petizione neppure una discussione pubblica alla presenza del primo firmatario.

Il Parlamento ha chiuso la petizione sulla base della risposta che la Commissione Europea ha inviato al Parlamento con una relazione che non solo è ampiamente contraddetta dai fatti storici riportati nella documentazione della petizione, ma neppure entra nel merito di nessuna delle specifiche questioni sollevate dalla petizione: la richiesta di abolizione infatti era articolata sollevando questioni sulle mancate tutele previste dalle normative vigenti, sui rischi per la salute e per l’ambiente, sui costi sociali (tra cui le migliaia di cittadini vittime di farmaci e sostanze chimiche che avevano passato il vaglio della sperimentazione animale), sui costi economici e sulle gravi contraddizioni legislative che la vivisezione comporta.

Come può il Parlamento chiudere la petizione sulla base della risposta della Commissione Europea? Una decisione inaccettabile! E’ necessario che le richieste presentate dalla petizione siano urgentemente dibattute e che venga data adeguata risposta alle istanze dei cittadini. Soprattutto che venga data soluzione a problemi di tale gravità che riguardano i diritti più essenziali dei cittadini, legati alla tutela della loro salute ed alla preservazione stessa della vita.

La sperimentazione animale è uno scandalo per la tutela della salute dei cittadini. Numerosissimi ricercatori hanno denunciato pubblicamente che i dati raccolti sugli animali si sono rivelati inutili e fuorvianti per la ricerca umana, per l’incolmabile diversità genetica, anatomica, fisiologica e metabolica TRA TUTTE LE SPECIE ANIMALI. Sostanze invalidanti, cancerogene e letali per una specie, possono risultare innocue o addirittura benefiche per un’ altra e, dopo secoli di vivisezione, si è dimostrato che attraverso “la sperimentazione animale” non è MAI possibile prevedere la risposta umana. Inoltre, la prigionia, le pratiche di laboratorio e le procedure di vivisezione alterano così sensibilmente il metabolismo degli animali, da produrre risposte inattendibili spesso per la stessa specie corrispondente.

Non è più accettabile che la richiesta di abolizione possa essere ancora negata. Se la tutela della salute è un diritto fondamentale ed inalienabile, allora ottenere l’abolizione della vivisezione è un diritto fondamentale!

Il primo firmatario ed i cittadini che hanno contribuito ad organizzare questa iniziativa, stanno verificando le azioni che sarà possibile intraprendere per riaprire il dibattito al Parlamento europeo e per ottenere che le questioni sollevate possano essere discusse: una richiesta di chiarimenti sul procedimento d’esame della petizione è già stata inoltrata alla commissione per le petizioni. Nel frattempo i sostenitori della petizione hanno creato questa pagina – vedi link: https://www.facebook.com/Abolizione-della-vivisezione-Ora-133575890404116/ – per esprimere il pieno appoggio alla richiesta di abolizione presentata al Parlamento europeo. Riteniamo importantissimo continuare a testimoniare il sostegno di tante persone a questa campagna. In attesa di poter diffondere maggiori informazioni su ciò che sarà possibile fare affinché le richieste dei cittadini possano essere ascoltate, invitiamo tutti coloro che vogliono sostenere l’abolizione della vivisezione ad esprimere il loro consenso alla pagina (cliccando Mi Piace) ed a contribuire a condividerla. Grazie!

Fonte e foto: Stop alla Vivisezione Ora

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità