Gea-draconia.net

Pubblicità

Ursula Kroeber Le Guin – parte 2 –

Ursula Kroeber Le Guin – parte 2 –

Le opere di Ursula Kroeber Le Guin. The Left Hand of Darkness (La mano sinistra delle tenebre), The Dispossessed (I reietti dell’altro pianeta) e The Telling (La salvezza di Aka), sono romanzi del Hainish Cycle (Ciclo dell’Ecumene) che parla di una civiltà galattica futura liberamente connessa da un’ organizzazione conosciuta come Ekumen (Ecumene) che tiene in considerazione le conseguenze che possono esserci tra dei contatti tra differenti mondi e culture. A differenza dei principali e più conosciuti racconti di fantascienza, la civiltà descritta in Hainish Cycle non possiede la capacità di usufruire di viaggi sicuri ad una velocità superiore a quella della luce, ma ha invege la tecnologia per consentire la comunicazione istantanea. Ciò permette all’autrice di ipotizzare un’ampio gruppo di società, di diversamente connesse specie umane che sono prevalentemente isolate l’una dall’altra, che fanno da sfondo alla sua esplorazione delle relazioni, dei contatti, degli scontri interculturali.

L’impatto sociale e culturale dell’arrivo degli inviati di Ekumen (conosciuti come “mobili”, che si spostano) sui pianeti remoti e lo shock culturale sperimentato dagli inviati, sono i temi principali di The Left Hand of Darkness. Ursula Kroeber Le Guin prende in prestito questo concetto da altri autori conosciuti allo scopo di usare il nome del mezzo di comunicazione, l’ansible. L’ansible è un dispositivo immaginario che nelle storie di fantascienza consente di effettuare comunicazioni a velocità superiori a quella della luce. Il termine ansible è stato coniato originariamente dalla scrittrice Ursula Kroeber Le Guin nel romanzo Rocannon’s World (Il mondo di Rocannon) del 1966. Secondo la Le Guin il termine deriverebbe da una storpiatura della parola inglese answerable, indicante un dispositivo che dà la possibilità di ricevere una risposta (answer) anche su distanze interstellari. Il superamento della velocità della luce, assunto di base del dispositivo, avverrebbe grazie al fatto che la comunicazione si svolge sotto forma di deformazione delle onde gravitazionali, propagandosi quindi in modo istantaneo attraverso la trama spazio-temporale dell’universo e indipendentemente dal concetto stesso di velocità. Il termine è stato poi preso in prestito, sempre per indicare un dispositivo atto a permettere una comunicazione istantanea, da altri autori quali Orson Scott Card, Vernor Vinge, Elizabeth Moon, L.A. Graf, Dan Simmons e Neil Gaiman.

Essendo così bene informata sulle prospettive della scienza sociale, la Le Guin ha deciso deliberatamente di trattare i temi della razza e del genere. La maggioranza dei suoi personaggi principali sono di colore, una scelta fatta per mettere in risalto la maggioranza non bianca dell’umanità. Nelle sue opere usa delle culture aliene, di esseri umani che non sono nativi del pianeta Terra, per prendere in esame le caratteristiche strutturali della cultura e della società umana e il loro impatto sull’individuo. In The Left Hand of Darkness, per esempio, esplora le conseguenze sociali, culturali e personali dell’identità sessuale in un romanzo che parla dell’incontro di un umano con una razza androgina.

Altro tema caro a Ursula Kroeber le Guin e inserito in molti suoi romanzi, è quello dell’ambientalismo, si è sempre opposta ed ha criticato con forza l’insensato sfruttamento dell’ambiente da parte del sistema nordamericano che è inevitabilmente distruttivo della salute e della vita del mondo naturale, umano e delle loro interrelazioni. Tra i romanzi dove si affronta il tema dell’ambientalismo ricordiamo The Left Hand of Darkness (La mano sinistra delle tenebre) del 1969, The Word for World Is Forest (Il mondo della foresta) del 1972, The Dispossessed (I reietti dell’altro pianeta) del 1974, The Eye of the Heron (L’Occhio dell’Airone) del 1978, Always Coming Home (Sempre la Valle) del 1985, e Buffalo Gals, Won’t You Come Out Tonight (Le Ragazze Bufalo) del 1987.

Oltre alle sue opere di fantasia, la Le Guin ha scritto un libro in collaborazione con l’artista Roger Dorband, Out Here: Poems and Images from Steens Mountain Country, che è un vero e proprio testamento ambientalista sulle bellezze naturali dell’Oregon orientale.

Le idee anarchiche di Ursula Kroeber Le Guin sono legate al suo credo taoista ed entrambe le idee appaiono nei suoi libri. “Il Taoismo e l’Anarchismo si uniscono in molti modi interessanti, sono stata taoista dal momento in cui ho capito cos’era.” La Le Guin ha partecipato a molte marce pacifiste e, anche se non ama definirsi anarchica perché non vive secondo quello stile di vita, sente che “La democrazia è buona, ma non è la sola forma per avere giustizia ed equità.

The Dispossessed (I reietti dell’altro pianeta)” ha detto la Le Guin, “è un romanzo utopico anarchista. Le idee espresse nel libro derivano dalla tradizione Anarchico-Pacifista, di Kropotkin, ecc. Come lo sono molte delle idee della cosiddetta controcultura degli anni sessanta e settanta.” E ha anche detto che l’anarchismo “è un ideale quantomeno necessario. E’ un ideale senza il quale non possiamo progredire. Se mi domandate se l’anarchismo è un movimento che si può praticare, bene, allora vi dovete chiedere dove provate a metterlo in pratica e con chi confina la vostra terra”.

Poche delle opere di Ursula Kroeber Le Guin sono state adattate a film o serie tv. Dal suo romanzo del 1971 The Lathe of Heaven (La falce dei cieli) sono stati tratti due film per la televisione, il primo adattamento è stato realizzato nel 1979 da WNET Channel 13 di New York, con la partecipazione della scrittrice, il secondo è stato realizzato nel 2002 da A&E Network. In un’intervista rilasciata nel 2008, la Le Guin ha detto che ritiene l’adattameto del 1979 “l’unico buon adattamento per film” di una sua opera fino ad ora.

All’inizio del 1980 il Hayao Miyazaki, regista, sceneggiatore, animatore, fumettista e produttore cinematografico giapponese, ha chiesto alla scrittrice il permesso di adattare Earthsea, una serie di sei libri della Le Guin, iniziata con il racconto breve The Word of Unbinding, del 1964, in una serie animata. La Le Guin, non conoscendo il lavoro di Miyazaki ed il mondo delle anime in generale, ha rifiutato l’offerta. Qualche anno più tardi, dopo aver visto My Neighbour Totoro (Il Mio Vicino Totoro) riconsiderò la sua decisione negativa dichiarando che, se qualcuno avesse dovuto dirigere un film tratto da Earthsea, avrebbe dovuto essere Hayao Miyazaki. Il terzo ed il quarto libro della serie di Earthsea sono stati usati come base per il film di animazione del 2006 Tales from Earthsea (I racconti di Terramare). Il film di animazione è stato diretto dal figlio di Miyazaki, Gorō, e non è piaciuto alla Le Guin che, pur apprezzando l’estetica del film animato, dicendo che “la maggior parte era molto bella”, non si è trovata d’accordo con il riadattamento del senso morale del libro e sul fatto che il film mette in risalto principalmente la violenza fisica. “Il male viene comodamente attribuito ad un cattivo”, scrive Ursula Kroeber Le Guin, “il mago Kumo/Cob che può essere semplicemente ucciso, risolvendo così ogni problema: Nella fantasy moderna, letteraria o governativa, uccidere le persone è la sola soluzione alla cosiddetta guerra tra il bene e il male. I miei libri sono concepiti in modo diverso, non esiste questo tipo di guerra, e non offrono risposte semplici a domande semplicistiche.”

Nel 1987, il programma antologico della CBC Radio, Vanishing Point, ha adattato The Dispossessed (I reietti dell’altro pianeta) in una serie di sei episodi di 30 minuti e, in data da definire, The Word for World Is Forest (Il mondo della foresta) in una serie di tre episodi da 30 minuti.

Nel 1995, il Lifeline Theatre di Chicago ha presentato il suo adattamento di The Left Hand of Darkness (La mano sinistra delle tenebre). Il critico Jack Helbig del Chicago Reader ha scritto che “l’adattamento è intelligente e ben fatto ma alla fine insoddisfacente”, principalmente perché è estremamente difficile ridurre un romanzo di 300 pagine in uno spettacolo teatrale di due ore.

Nel 2004 Sci Fi Channel ha adattato i primi due libri della trilogia di Earthsea nella miniserie Legend of Earthsea e la Le Guin è stata molto critica riguardo l’adattamento definendolo “molto diverso dalla Earthsea che mi sono immaginata”, criticando sia la scelta di attori bianchi per recitare la parte dei suoi personaggi di pelle scura, nera o rossa, e il fatto che fosse stata tagliata fuori dall’intero progetto.

La sua novella Paradises Lost, pubblicata in The Birthday of the World: and Other Stories, fu adattata nell’opera del compositore americano Stephen Andrew Taylor e della librettista canadese Marcia Johnson. La prima dell’opera è stata messa in scena il 26 aprile 2012 al Krannert Center for the Performing Arts al campus dell’University of Illinois.

Nel 2013, il Portland Playhouse e l’Hand2Mouth Theatre ha prodotto un adattamento teatrale di The Left Hand of Darkness (La mano sinistra delle tenebre), diretto e adattato da Jonathan Walters, col testo adattato da John Schmor. Lo spettacolo è andato in scena il 2 maggio 2013 fino al 16 giugno 2013 a Portland, Oregon.

Sito Web ufficiale di Ursula Kroeber le Guin: http://www.ursulakleguin.com/

Ursula K. Le Guin – Biographical Sketch:

http://www.ursulakleguin.com/BiographicalSketch.html

Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, bibliografia italiana di Ursula Kroeber Le Guin:

http://www.fantascienza.com/catalogo/autori/NILF13103/ursula-k-le-guin/

Biografia di Ursula K. Le Guin dello Science Fiction and Fantasy Hall of Fame:

http://web.archive.org/web/20120722083736/http://www.empmuseum.org/exhibitions/index.asp?articleID=941

Bibliografia di Ursula Kroeber Le Guin dell’Internet Speculative Fiction Database: http://www.isfdb.org/cgi-bin/ea.cgi?37

Ursula K Le Guin su Internet Movie Database: http://www.imdb.com/name/nm0494372/

Ursula K Le Guin su Library of Congress Authorities: https://lccn.loc.gov/n78095474

Intervista audio ad Ursula K. Le Guin (formato MP3) – in inglese –

http://www.hour25online.com/Hour25_Previous_Shows_2003-08.html#ursula-k-leguin_2003-08-17

Intervista a The Guardian del 17 dicembre 2005 (in inglese): http://www.theguardian.com/books/2005/dec/17/booksforchildrenandteenagers.shopping

Oregon Art Beat: Author Ursula Le Guin: http://www.opb.org/television/programs/artbeat/segment/author-ursula-le-guin/

Ursula Le Guin Bookworm Interviews (Audio) with Michael Silverblatt:

January 1992

http://www.kcrw.com/news-culture/shows/bookworm/ursula-leguin-1/

March 2001

http://www.kcrw.com/news-culture/shows/bookworm/ursula-leguin/

Ursula K Le Guin’s speech at National Book Awards: ‘Books aren’t just commodities’. The Guardian, 20 November 2014:

http://www.theguardian.com/books/2014/nov/20/ursula-k-le-guin-national-book-awards-speech

Ursula K. Le Guin on speaking truth to power at National Book Awards, LA Times, Nov 20, 2014:

http://www.latimes.com/books/jacketcopy/la-et-jc-national-book-awards-ursula-k-le-guin-20141120-story.html

Foto: Richard Jensen

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità