Gea-draconia.net

Pubblicità

Notte Europea dei Ricercatori 2015

Notte Europea dei Ricercatori 2015

La Notte Europea dei Ricercatori è un’iniziativa che si svolge simultaneamente ogni anno in tutta Europa l’ultimo venerdì di Settembre. Nel 2015 tali manifestazioni per la divulgazione scientifica avranno luogo venerdì 25 Settembre in circa 300 città situate nelle 24 nazioni d’Europa e nei Paesi limitrofi.

La Notte Europea dei Ricercatori comprende eventi e spettacoli dedicati alla divulgazione scientifica e all’apprendere divertendosi. Si possono incontrare dei ricercatori, parlare con loro e riscoprire cosa fanno realmente per la società in modo interattivo e appassionante. Il tutto avviene tramite esperimenti pratici, spettacoli scientifici, attività di apprendimento per bambini, visite guidate dei laboratori di ricerca, quiz su argomenti scientifici e altro ancora.

Le manifestazioni della Notte Europea dei Ricercatori sono sostenute dalla Commissione Europea nell’ambito del Marie Skłodowska-Curie Actions, un programma della UE che mira ad accrescere l’attività scientifica dei ricercatori in Europa.

L’Italia ha aderito da subito all’iniziativa europea con una molteplicità di progetti che ne fanno

tradizionalmente uno dei paesi europei con il maggior numero di eventi sparsi sul territorio.

Per il 2015 il progetto coinvolge in Italia 4 progetti per un totale di 22 città.

Tutti gli appuntamenti in Italia: http://www.nottedeiricercatori.it/

A Roma, Frascati, Trieste, Pavia, Milano, Cagliari, Bari, Ferrara, Pisa, Bologna, Catania, il tema della Notte dei Ricercatori è DREAMS, quando i sogni diventano realtà, il progetto primo classificato in Europa promosso dalla Commissione Europea, coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA Frascati e Casaccia, EGO VIRGO, ESA-ESRIN, INAF Osservatorio Astronomico di Roma e INAF Bologna, INFN Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Ferrara, Frascati, Milano, Pavia, Pisa, Roma e Trieste, con l’Università Sapienza e il Dipartimento di Mangement, Università Tor Vergata e Università Roma Tre.

Il progetto vede la partecipazione, in qualità di Partner di Frascati Scienza, di INGV, Telethon, G.Eco, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Accatagliato, Associazione Arte e Scienza e Istituto Salesiano Villa Sora.

Anche per la nuova edizione l’Associazione Frascati prosegue l’opera di diffusione della cultura scientifica e di avvicinamento della ricerca al grande pubblico iniziata nel 2006. In particolare, quest’anno la Notte sarà dedicata alla “Sostenibilità“, argomento ampio e senza dubbio impegnativo, che coinvolge esigenze sociali, sviluppo economico, questioni ambientali, buon governo. Un tema che riveste particolare significato per i ricercatori il cui lavoro è la costante ricerca di principi e soluzioni fondamentali per risolvere le sfide sociali del futuro. Sarà, inoltre, oggetto di riflessione il ruolo del ricercatore come uomo comune in grado, con il suo lavoro, di modificare il nostro stile di vita e renderlo più sostenibile.

Tra le principali attività proposte: Aperitivi scientifici: per un contatto diretto con la vita e i gusti dei ricercatori attraverso incontri nei pubs e presentazioni di libri scientifici. Postazioni interattive, mostre e percorsi espositivi attraverso i quali comprendere le ricadute della ricerca sulla vita quotidiana delle persone e sulla società; Science Space for Kids: spazio dedicato ai piccoli in cui saranno proposte attività di edutainment; Science Trips: visite ai siti archeologici dell’antica Roma accompagnati da un geologo, un archeologo ed un chimico; Scientist’ Show: spettacoli interattivi con gli studenti delle scuole medie inferiori, seminari di orientamento agli studi, spettacoli di divulgazione scientifica in cui ogni teoria sarà espressa attraverso la partecipazione attiva del pubblico con esperimenti e dimostrazioni; European corners, contests and awards: spazi dedicati alla divulgazione delle attività in favore della ricerca e dei ricercatori attuate dalla Unione Europea.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità