Gea-draconia.net

Pubblicità

Presidio Enpa contro l’attendamento del circo a San Giovanni Val d’Arno

Presidio Enpa contro l’attendamento del circo a San Giovanni Val d’Arno

A San Giovanni Valdarno (Arezzo) arriva il circo con animali e la locale Sezione dell’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) organizza, sabato 27 ottobre 2012 dalle ore 15:00 alle 19:00, un presidio di protesta contro l’attendamento del circo. «Ci chiediamo come si possa ancora tollerare di ospitare spettacoli in cui agli animali vengono imposti comportamenti e condizioni talmente contrari alla loro natura da poter essere considerati veri e propri maltrattamenti», commentano i volontari dell’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) di San Giovanni Valdarno. «A differenza degli uomini, gli animali non scelgono di esibirsi – prosegue l’Enpa -: per loro il circo significa vivere in gabbia, significa sopportate un addestramento coercitivo, significa provare paura e terrore. Se, come auspichiamo, vogliamo farci portatori di un messaggio di civiltà, non è proprio il caso di che i nostri comuni diano ospitalità a spettacoli del genere.»

Per questo l’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) di San Giovanni Valdarno si appella ai Sindaci del territorio affinché adottino i provvedimenti necessari a vietare gli attendamenti dei circhi con animali, seguendo così l’esempio dei loro “colleghi” che in altre città italiane hanno adottato misure restrittive per i “tendoni”.

«È ora di dire basta all’utilizzo di animali esotici a fini commerciali. Nei circhi è già possibile assistere a spettacoli con bravissimi artisti che non sfruttano nessun animale. Si tratta di una scelta di responsabilità e di civiltà – conclude l’Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) di San Giovanni Valdarno – Alle autorità competenti chiediamo fin da ora di effettuare i dovuti controlli sul circo che si attenderà a breve, verificando la rigorosa applicazione della normativa Cites, nonché sanzionando e rimuovendo le eventuali affissioni abusive che pubblicizzano la presenza della struttura.»

Fonte: Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità