Gea-draconia.net

Pubblicità

Samhain, nel buio è la luce

Samhain, nel buio è la luce

Samhain è il tempo in cui molte persone celebrano la festa del vecchio anno che finisce e del nuovo anno che inizia, è la festa dell’oscurità, dell’ombra che cela la luce, a Samhain si onorano gli antenati e tutti i defunti, è la festa dell’oscurità che guida verso la nuova vita, perché è proprio nell’oscurità che è racchiusa la luce, come la morte che è trasformazione nasconde la ri/nascita alla nuova vita.
A Samhain si accoglie l’ombra della morte, che è soltanto trasformazione, e si apre la porta di luce della vita. Alla festa di Samhain corrisponde il vento di Maestrale.

Le celebrazioni iniziano il giorno della prima Luna Piena più vicina al 31 ottobre. Samhain in gaelico irlandese indica il mese di Novembre e significa “Fine dell’Estate”, o “Assemblea della Fine dell’Estate”, segna l’inizio del nuovo anno, l’inizio dell’Inverno e la fine dell’Estate in un anno diviso in due metà, mentre la festa di Beltaine segna l’inizio dell’Estate e la fine dell’Inverno.

La notte di Samhain è sospesa tra passato e futuro, tra spazio e non spazio, e le porte tra i mondi si aprono e gli esseri incarnati possono incontrare con più facilità gli esseri non incarnati.
Anticamente le popolazioni d’Europa che vivevano di agricoltura, pastorizia e caccia, si preparavano all’avvento della stagione fredda e si riunivano in una grande assemblea di festa e di lavoro dove tutti i componenti del gruppo sociale, di tutta la tribù, erano occupati a preparare e stipare le provviste per l’Inverno che arrivava, preparavano conserve, marmellate, macellavano le bestie che non avrebbero potuto superare l’inverno e salavano, essiccavano e affumicavano le loro carni per conservarle, mettevano da parte la frutta conservabile, preparavano i campi da coltivare al ritorno della bella stagione, conservavano i semi da piantare il prossimo anno e poi, alla fine del lavoro, celebravano una grande festa dove mangiavano e bevevano, cantavano, suonavano, ballavano e facevano giochi di vario tipo e divinazioni di vario tipo e si godevano gli ultimi tepori della stagione calda.

Durante la festa di Samhain si ricordano gli antenati e tutti i defunti e si cerca di entrare in contatto con loro, ma non è necessario fare sedute medianiche o chiamare i nostri cari defunti, se hanno qualcosa da dire verranno noi, magari in sogno, un sogno vivido che non dimenticheremo, per dirci quello che vogliono farci sapere. Potete comunque fare una richiesta poco prima di andare a dormine e forse, durante la notte, arriverà la risposta.

Il periodo della festa di Samhain è un ottimo periodo per seminare propositi per il nuovo anno, per fare magie e incantesimi che daranno frutto in futuro, per divinare, per fare dei viaggi in altri mondi, ma è anche un ottimo periodo per concepire progetti, oper d’arte e bambini che saranno, come quelli concepiti a Beltaine, dei bambini dotati di doni speciali.

Chi è a Roma può passare al FullMoonClub per brindare a Samhain.

Fonte e foto: Flavia Wolfrider

No Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Samhain/Halloween al FullMoonClub di Roma | Gea-draconia - [...] Halloween. La serata al FullMoonClub di Roma inizia alle ore 22.00 con l’incontro per celebrare, in via molto semplice,…
  2. Samhain/Halloween al FullMoonClub Roma | Gea-draconia - [...] al FullMoonClub Roma si ripete l’evento Samhain/Halloween, una notte per celebrare insieme la festa di Samhain e per divertirsi…
  3. Samhain/Halloween 2014 al FullMoonClub Roma | Gea-draconia - […] al FullMoonClub Roma si ripete l’evento Samhain/Halloween, una notte per celebrare insieme la festa di Samhain e per divertirsi…
  4. Samhain/Halloween 2015 al FullMoonClub Roma | Gea-draconia - […] al FullMoonClub Roma si ripete l’evento Samhain/Halloween, una notte per celebrare insieme la festa di Samhain e per divertirsi…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità