Gea-draconia.net

Pubblicità

Lotta dura ai test sugli animali

Lotta dura ai test sugli animali

Lush, le botteghe dei cosmetici freschi, fatti a mano e 100% animal free, e OccupyGreenHill, movimento pacifico per la liberazione dei cani della Green Hill, organizzano per mercoledi 13 giugno 2012, alle ore 15.00, una performance shock nella vetrina della bottega Lush di Roma, in via del Gambero 25, contro la vivisezione e i testi sugli animali.

Nella vetrina Lush verranno simulati su una cavia umana alcuni dei test più classici che vengono eseguiti sugli animali. Si tratterà di un’iniziativa dal forte impatto visivo effettuata da attivisti del movimento OccupyGreenHill che nei ruoli di “cavia” e “ricercatore” riprodurranno dal vivo quello che tutti i giorni avviene dietro le porte chiuse dei laboratori.

L’evento avverrà pochi giorni prima del grande corteo del 16 giugno, organizzato da OccupyGreenHill e Coordinamento Antispecista del Lazio, che porterà nella capitale le ragioni di chi da anni si batte per la fine di una pratica violenta come la vivisezione e per chiedere l’immediata chiusura di Green Hill, l’allevamento di beagle di Montichiari dal quale ogni mese oltre 250 cani partono per andare a morire nei laboratori di vivisezione di tutta Europa.

La lotta ai test sugli animali è al centro di tutto quel che crediamo – ha affermato Denise Cumella, Country Manager di Lush Italia, proprio in questo periodo impegnata nella più grande campagna internazionale contro i test sugli animali per i prodotti cosmetici che ha coinvolto oltre 700 botteghe Lush in ben 48 Paesi  – La performance contro la vivisezione insieme agli amici di Occupy Green Hill si inserisce molto bene all’interno della nostra campagna ‘Lotta Dura ai Testi sugli animali’, lanciata il 24 aprile scorso con l’obiettivo di fare pressione affinché l’Europa faccia entrare in vigore entro il 2013 il divieto relativo al commercio di prodotti cosmetici testati su animali previsto dalla Cosmetics Directive e in occasione della quale le vetrina di Lush in Regent Street a Londra si prestò con successo a un’iniziativa di simile impatto“.

Piercarlo Paderno, portavoce di Occupy Green Hill, ha dichiarato: “Leonardo Da Vinci si augurava che potesse arrivare un giorno in cui le torture sugli animali sarebbero state considerate alla stregua di quelle sugli uomini. L’iniziativa odierna serve a far capire che quel giorno deve essere oggi e che la nostra società non può più accettare simili torture su esseri senzienti che oggi sappiamo avere la nostra stessa capacità di soffrire, e la nostra stessa volontà di vivere”

Fra i test simulati, verrà effettuato un draize-eye test (test di irritazione dell’occhio), test normalmente effettuato su conigli, che serve a verificare il livello di irritazione generato dal contatto con l’occhio di una sostanza. Uno dei test più cruenti effettuato sugli animali che quasi sempre porta l’occhio a essere dilaniato in totale assenza di anestesia.

Verrà inoltre simulato uno skin draize-test, un test per verificare il livello di irritazione della pelle al contatto con una determinata sostanza chimica. Test effettuato generalmente su cani o conigli ai quali viene totalmente eliminato il pelo in una regione del corpo.

Infine verrà riprodotto l’LD50 un test di tossicità per via orale. L’LD50 è il test alla base di tutta la tossicologia, e il nome da solo esplicita il suo scopo. Lethal Dose 50 (Dose letale 50), ovvero si somministra a un gruppo di animali della stessa specie una determinata sostanza per via orale, aumentando via via il dosaggio fino a quando questo risulta letale per il 50 percento del campione in esame.

Green Hill è un’azienda situata a Montichiari (Brescia) che alleva beagle destinati esclusivamente ai laboratori di vivisezione. Questo allevamento – l’ultimo rimasto sul territorio italiano – è in grado di fornire alla sperimentazione migliaia di cani all’anno, usati in esperimenti altamente invasivi al termine dei quali è prevista la soppressione dell’animale.

Green Hill è un lager in cui sono rinchiusi 2.700 cani, che non vedranno mai la luce del sole, non sentiranno mai il profumo dell’erba, non potranno mai correre nè giocare con altri cani, non sapranno mai cos’è una carezza. Questi animali, identificabili solo da un numero, nascono per morire e sono condannati a soffrire.

Nel triennio 2007-2009 in italia sono stati usati 2,602,773 animali per sperimentazione nella sola Italia, questo significa che ogni giorno 2376 animali iniziano il percorso di torture dentro un laboratorio, numeri impressionanti, ripartiti in tutti gli ambiti della ricerca: ricerca di base, tossicologia e farmacologia.
(Fonte Gazzetta Ufficiale n.53 – 5 Marzo 2011)

A proposito di Lush

Nata nel 1995 in Inghilterra, LUSH (850 negozi monomarca nel mondo, di cui 32 in Italia) produce e commercializza cosmetici freschi e fatti a mano a base di ingredienti di prima qualità come frutta e verdura fresche, spesso biologiche o provenienti dal commercio equo e solidale, sintetici sicuri, oli essenziali purissimi e cioccolato.

Tutti i prodotti sono realizzati nel rispetto dell’ambiente (sono spesso solidi e privi di confezione o dotati di un imballaggio riciclato al 100%), hanno una data di produzione e una di scadenza e sono 100% animal free. Inoltre, in ottica di un’economia che rispetti e valorizzi le persone, tutti riportano nell’etichetta il nome del mastro impastatore che li ha realizzati artigianalmente.

Lush organizza e promuove costantemente iniziative e campagne sociali.

A proposito di OccupyGreenHill

OccupyGreenHill è un movimento pacifico di persone che vogliono attivarsi in prima persona con iniziative spontanee di protesta e azione, mettendosi in gioco senza capi, leader, bandiere, partiti o tessere associative, tutti uniti per la liberazione dei cani della Green Hill, che fornisce ogni anno oltre 2500 cani di razza Beagle ai laboratori di vivisezione di mezza Europa.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità