Gea-draconia.net

Pubblicità

Darkover di Marion Zimmer Bradley diventa una serie TV -parte 1-

Darkover di Marion Zimmer Bradley diventa una serie TV -parte 1-

Ritengo Marion Zimmer Bradley, nata nel 1930 e morta nel 1999, una delle più grandi scrittrici del mondo di romanzi, specialmente di fantasy storica, fantasy e fantascienza. Il grande pubblico conosce Marion Zimmer Bradley per il libro che forse più di tutti l’ha resa celebre: The Mists of Avalon (Le Nebbie di Avalon), uscito per la prima volta negli USA  nel 1983, e tradotto in italiano e pubblicato in Italia nel 1986. The Mists of Avalon (Le Nebbie di Avalon) è un libro di fantasy storica sul Ciclo Arturiano riveduto e corretto secondo un’accurata ricerca non solo sui racconti medievali, ma anche sulla mitologia celtica delle isole britanniche, su una ricerca storica dei personaggi del ciclo arturiano e su una ricerca della simbologia esoterica dei culti politeisti dei popoli che abitavano le Isole Britanniche in quel periodo. The Mists of Avalon (LeNebbie di Avalon) prende in considerazione la storia del ciclo arturiano basandosi sul racconto di Morgana e su una visione pre-cristiana della storia di Avalon.

Altri la conoscono per un altro romanzo di fantasy storica ambientato nel periodo della Guerra di Troia, dove Cassandra descrive la storia del tempo secondo il suo punto di vista: The Firebrand (La Torcia), uscito negli USA nel 1986 e in Italia tradotto e pubblicato per la prima volta nel 1987.  Jean M. Auel ha definito The Firebrand (La Torcia) “Una delle sue opere migliori. Marion Zimmer Bradley ha riportato la Grecia classica in vita.” In The Firebrand (La Torcia) i Miti Greci e la storia della Grecia Antica vengono riletti in chiave pre-achea, pre-olimpica, come ha fatto prima di lei Robert Graves nel suo Greek Myths (I Miti Greci).

In Italia, a differenza degli Stati Uniti, non molti conoscono gli altri romanzi di Marion Zimmer Bradley, sia le opere di sci-fi più strettamente di fantascienza come “Hunters of the Red Moon” del 1973, “The Ruins of Isis” del 1979, “Endless Universe” del 1979, “The House Between the Worlds” del 1988, che le sue opere più “parapsicologiche” come “Ghostlight” del 1995, e le opere del ciclo di fantascienza-fantasy più famoso al mondo, quello di Darkover, che conta più di 30 romanzi e vari racconti brevi scritti anche da varie “fans” dell’epoca, alcune delle quali sono poi diventate scrittrici apprezzate.

Marion Zimmer Bradley nasce infatti come scrittrice di fantascienza ed è negli Stati Uniti molto seguita e considerata, con i suoi 66 libri e 105 novelle,  alla stregua di grandi scrittrici e scrittori sci-fi come Ursula LeGuin, Sprague De Camp ecc.
Nel ciclo di Darkover, Marion Zimmer Bradley affronta temi come lo sfruttamento e la discriminazione femminile, l’omosessualità maschile e femminile, l’adolescenza e il passaggio all’età adulta, la gestione del potere temporale, spirituale e dei poteri psi che alcuni dei suoi personaggi si trovano a dover affrontare. (…)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità