Gea-draconia.net

Pubblicità

Intervista a Lucy Lawless: da Xena a Lucretia, pt. 2

Intervista a Lucy Lawless: da Xena a Lucretia, pt. 2

Eccovi la seconda parte dell’intervista a Lucy Lawless, in cui la nostra attrice parla del futuro di Lucrezia su Spartacus. La prima parte è qui.

HP: Quali sono le sfide per te come attrice nel raggiungere l’equilibrio tra l’essere tormentati e perdere completamente la testa?

La sfida è sempre quella di rendere queste cose reali e cercare di mettermi nei panni del personaggio, perché molto spesso, queste cose non le hai mai vissute, quindi bisogna lasciarsi andare e raggiungere dei luoghi piuttosto bui. Non ho mai affrontato una sfida più difficile di quella di questa stagione. Tutto il merito va agli scrittori … Quella squadra di scrittori che Steven [DeKnight] ha con sé sono così pieni di talento, così profondi, il livello è davvero profondo. Mi hanno appena regalato il momento più alto della mia carriera, più il mio personaggio va verso il basso, più è come io raggiungessi qualcosa di alto, quando riesco a farlo bene. Solo il pubblico può giudicare davvero.

HP: Hai un rituale per entrare nel personaggio?

I capelli e il trucco sono tutto un rituale. Sia che tu stia facendo teatro e ti metta da sola trucco o se fai film o la televisione quando qualcun altro ti trucca e ti sta attorno, ogni minuto che passa è come se la tua vita reale andasse via ed entrassi in questa realtà virtuale. Mi sento davvero Lucretia è come un mio avatar. Io non avrei avuto le parole per dirlo un tempo, ma siccome questo personaggio sembra così reale, cerco di farlo diventare davvero reale. É come se camminassi in una vita alternativa ed è fantastico perché mi sento come se fossi davvero ricca. [Ride.] É come quando dicono che le montagne russe sono la possibilità di sperimentare la morte… una minaccia di morte in una situazione che non rappresenta un pericolo reale. Questo è essere Lucretia. Riesco a provare tutte quelle cose sulle quali siamo così voyeuristici e tutti i nostri interessi pruriginosi verso ciò che vi è di oscuro nell’umanità. Il desiderio di sangue e di budella e di viscere e vendetta e di tutta quella roba con la quale non si può indulgere in questo mondo, il mio personaggio può tipo andare lì e assaggiarne un po’ senza conseguenze per la mia vita reale. [Ride.]

HP: Tornerai per la stagione 3 di Spartacus: Vengeance?

É troppo spoileroso dire ciò che le accade. Potrebbe far parte di tre quarti della terza stagione di Spartacus, potrebbe essere lì per tutta la stagione o potrebbe essere solo per due episodi. Non ho intenzione di dirvelo. Ma conosceremo il prossimo grande piano di Lucretia entro la fine di questa stagione e dove si sta dirigendo. Il futuro di Lucretia sarà rivelato! Ha un nuovo status.

HP: C’è un qualcosa che preferisci quando interpreti Lucretia?

Oh, oh sì. La sfida che la parte comporta: Posso rendere la sua malvagità del tutto reale e così facilmente riconoscibile, che si deve vedere da dove sta venendo? Se lei sembra una persona logica, allora posso rendere la sua cattiveria un vostro problema e la cosa mi piace. Miro a rendere il pubblico complice dei miei crimini interpretandoli in maniera pienamente reale come se fossero possibili. Non è del tutto malvagia e non è del tutto buona, lei è una miscela completa perché è così che siamo tutti. Mi fa incazzare quando le persone la definiscono una cattiva, perché lei non è, lei è chiunque.

HP: Wow. Questa è una grande citazione, la potrei usare nel mio titolo.

Davvero? Oh, bene. [Ride.] Quale sarebbe la citazione?

HP: “Lucy Lawless: Non chiamate Lucretia una cattiva”. Non lo so. Ci sto ancora pensando.

Lucy Lawless sostiene che Lucretia sei tu.” [Ride.]

No Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Intervista a Lucy Lawless: da Xena a Lucretia, pt.3 | Tele-draconia - [...] Per le due parti precedenti dell’intervista rilasciata all’Huffington Post da Lucy Lawless, leggete qui e qui. [...]

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità