Gea-draconia.net

Pubblicità

La Rainbow Warrior III di Greenpeace non farà più tappa a Genova

La Rainbow Warrior III di Greenpeace non farà più tappa a Genova

La Rainbow Warrior III, la nave ammiraglia di Greenpeace non farà più tappa a Genova alla fine di dicembre. Le soste previste nella città ligure e a Marsiglia sono state annullate per motivi tecnici, non si potrà perciò incontrare l’equipaggio e fare un giro a bordo come molti avevano pregustato. Saltano perciò due tappe importanti del tour europeo della nave ammiraglia di Greenpeace, la Rainbow Warrior III, costruita grazie all’aiuto di moltissimi donatori in tutto il mondo. Per visitare la Rainbow Warrior III
e conoscere le più avanzate tecnologie di cui è dotata per ridurre l’impatto ambientale, ed entrare in contatto con l’equipaggio internazionale, bisognerà aspettare tempi migliori o crecare un’altra tappa europea della nuovissima nave ammiraglia di Greenpeace.

LA RAINBOW WARRIOR III

La Rainbow Warrior III, la nuova nave ammiraglia della flotta di Greenpeace, è stata varata il 14 ottobre 2011, in Germania nei cantieri navali Fassmer a Brema. La Rainbow Warrior III è equipaggiata con le più moderne tecnologie di comunicazione, una piattaforma per gli elicotteri a poppa e due scialuppe di salvataggio. Per tenere al minimo il consumo di carburanti e farne un mezzo di trasporto verde e sostenibile, è dotata di un rivoluzionario sistema di alberatura che sorregge 1260 metri quadrati di vele.

LA NAVE PERFETTA

La nuova Rainbow Warrior è la nave perfetta per andare incontro alla “tempesta perfetta” di sfide e minacce ambientali, finanziarie e di affermazione della democrazia che il mondo si prepara ad affrontare – ha commentato nel corso della cerimonia Kumi Naidoo, direttore Esecutivo di Greenpeace International – Così come le navi che l’hanno preceduta, ci permetterà di viaggiare e agire fin nelle aree più remote e incontaminate a rischio di distruzione. È una nave pensata per durare per i prossimi cinquant’anni ed è la nostra promessa ai nostri sostenitori che continueremo, senza fermarci, la battaglia per un futuro più verde e più pacifico“.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità