Gea-draconia.net

Pubblicità

Marija Gimbutas, l’Università di Harvard

Marija Gimbutas, l’Università di Harvard

(…) “La vita mi stava facendo fluttuare come una piantina, ma il mio lavoro era continuo e verteva in una specifica direzione” ha detto la Gimbutas ricordando quel periodo. Nel 1946 la Gimbutas conseguì il Dottorato, in lingua tedesca, in archeologia con la specializzazione in etnologia e storia delle religioni all’Università di Tübingen con la dissertazione “Rituali di Sepoltura nella Lituania Preistorica”, che venne pubblicato in quello stesso anno.
Mentre teneva una collaborazione di postdottorato all’Università di Tübingen, l’anno seguente, la Gimbutas partorì la sue seconda figlia, Živilé.
Nel 1949 la famiglia Gimbutas lasciò la Germania per stabilirsi negli Stati Uniti d’America.
Arrivata negli Stati Uniti la Gimbutas iniziò subito a lavorare all’Università di Harvard come traduttrice di testi archeologici dell’Europa dell’Est e divenne poi lettrice nel Dipartimento di Antropologia. Nel 1955 divenne Membro del Museo Peabody di Harvard.

L’IPOTESI KURGAN

Nel 1956 introdusse la sua ipotesi Kurgan, che univa studi archeologici dei tipici tumuli sepolcrali Kurgan con la linguistica, nel tentativo di dipanare alcuni dilemmi sullo studio dei popoli di lingua Proto-Indo-Europea (PIE), che lei definì “Kurgan”, per fare un resoconto sulle loro origini e tracciare le loro migrazioni in Europa. La sua ipotesi e il fatto di unire le diverse discipline, archeologica e linguistica, ha avuto un impatto significativo sugli studi sui popoli Indo-Europei.

ESPERTA DI FAMA MONDIALE

Nel 1950 e nei primo anni 1960 la Gimbutas si fece una reputazione come esperta di fama mondiale sull’Età del Bronzo Indo-Europea, e sull’arte popolare della Lituania e sulla preistoria dei Balti e degli Slavi, in parte raccolte nella sua opera più importante “Bronze Age Cultures of Central and Eastern Europe” (1965). Nel suo lavoro reinterpreta la preistoria europea alla luce della sua formazione in linguistica, etnologia e storia delle religioni e sfida molte supposizioni tradizionali sull’inizio della civiltà dell’Europa. (continua -parte 4-)

No Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Marija Gimbutas, la formazione culturale | Gea-draconia - […] Per i successivi cinque anni dalla morte del padre partecipò a delle spedizioni etnografiche per registrare il folklore lituano…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità
Pubblicità